Print this page

neurofisiopatologia



Direttore
: Villani Flavio
Tel. 010/555 7130 - 7132
e-mail flavio.villani@hsanmartino.it

Dirigenti medici: Ferrari Alessandra, Micalizzi Elisa, Pappalardo Irene.

Dirigenti medici universitari: Marinelli Lucio.

Descrizione dell’attività:
L'attività dell’Unità Operativa di Neurofisiopatologia, da sempre votata all’eccellenza clinico-scientifica, si sviluppa su diverse aree tematiche di elevato interesse clinico e di ricerca: 

  • Neurofisiologia Clinica Classica: l’eccellenza nell’applicazione e nell’interpretazione delle tecniche neurofisiologiche classiche costituisce la base fondamentale per erogare prestazioni di alto contenuto diagnostico nell’ambito delle neuroscienze cliniche, ma anche a supporto della diagnostica di altre specialità mediche e chirurgiche.
    Il laboratorio di neurofisiologia è in grado di erogare prestazioni rivolte allo studio della funzione del sistema nervoso centrale e periferico. Vengono in particolare effettuati: elettroencefalografia (EEG) eventualmente associata a registrazione video (video-EEG), elettomiografia ad ago, studio delle velocità di conduzione nervosa (elettroneurografia), stimolazione ripetitiva, elettromiografia di singola fibra, potenziali evocati motori, potenziali evocati somato-sensoriali (anche da nervo pudendo), potenziali evocati visivi, potenziali evocati acustici, potenziali evocati trigeminali. Sede: Padiglione Specialità (porzione centrale), secondo piano.

  • Epilessia e Disturbi del Sonno: l’Unità Operativa di Neurofisiopatologia annovera tra le sue principali attività la diagnosi e la cura dell’epilessia e dei disturbi del sonno. Tali attività sono organizzate in strutture funzionali dotate di front-office, ambulatori specialistici e di una completa gamma di diagnostica strumentale specifica, quali il Centro Regionale per l’Epilessia e il Centro di Fisiopatologia del Sonno. Entrambi i Centri hanno ottenuto il riconoscimento dalle rispettive società scientifiche di riferimento, la LICE (Lega Italiana Contro l’Epilessia) per l’epilessia, l’AIMS (Associazione Italiana Malattie del Sonno) per i disturbi del sonno. L’Unità Operativa di Neurofisiopatologia è l’unica realtà ligure dotata di entrambi i Centri con i relativi riconoscimenti.

- Centro Regionale per l’Epilessia: è rivolto in particolare alla patologia dell’adulto, ma esiste una stretta collaborazione con l’epilettologia pediatrica dell’Istituto “G. Gaslini”, ufficializzata nel 2014 con un ampio accordo “quadro” tra i due Istituti scientifici, affinché sia garantita l’indispensabile continuità terapeutica nella transizione dalle cure pediatriche a quelle dell’età adulta.
Particolare interesse è rivolto alle epilessie farmacoresistenti e complesse, per la gestione delle quali sono necessarie elevate competenze super specialistiche.
Il Centro Epilessia è attrezzato con diagnostiche EEG e video-EEG, in grado di effettuare i monitoraggi prolungati, sia in veglia sia in sonno, necessari per registrare le crisi a scopo diagnostico (differenziare episodi di natura epilettica da episodi parossistici non epilettici) e a scopo localizzatorio (localizzare la Zona Epilettogena) nelle epilessie di possibile pertinenza chirurgica. Il monitoraggio video-EEG costituisce il primo passo per selezionare i pazienti con epilessia farmacoresistente che potranno essere indirizzati a un percorso terapeutico alternativo al trattamento farmacologico, in particolare al trattamento chirurgico resettivo. A tale scopo è stata strutturata una apposita area di registrazione video-EEG, sita al secondo piano del Padiglione Specialità, che permette di effettuare i monitoraggi prolungati necessari per la registrazione delle crisi. Un team di medici e di tecnici, specificamente addestrato, è impegnato nella diagnostica delle epilessie farmacoresistenti, ove sia necessario documentare le crisi al fine di stabilire il migliore trattamento possibile. Ad oggi il Centro Epilessia ha in carico circa 2000 pazienti affetti da epilessie di varia natura. Sede: Padiglione Specialità, piano terra, lato monte.

- Centro di Fisiopatologia del Sonno: costituisce un punto di riferimento per tutte le diverse patologie che causano disturbi del sonno e le loro conseguenze sulla qualità della vita diurna. Nella fase diagnostica il medico esperto di disturbi del sonno valuterà il paziente nella sua globalità e darà indicazione all’esecuzione di accertamenti specialistici quali la polisonnografia cardiorespiratorio, fondamentale nella diagnosi dei disturbi respiratori in sonno, o la Video-polisonnografia, strumento indispensabile nella diagnosi degli episodi parossistici in sonno, in particolare nella diagnosi differenziale tra episodi parasonnici (sonnambulismo, pavor, disturbo comportamentale nel sonno REM, ecc.) e crisi epilettiche a insorgenza in sonno. La multidisciplinarietà del Policlinico San Martino garantisce al paziente con disturbi del sonno tutte le competenze necessarie (neurologica, pneumologica, otorinolaringoiatrica, maxillo-facciale, ecc.) per una accurata diagnosi e per un adeguato trattamento, ivi compresa la terapia ventilatoria con CPAP. Sede: Padiglione Specialità (porzione centrale lato monte), secondo piano.

  • Area Critica: i monitoraggi in area critica costituiscono un’altra importante vocazione dell’Unità Operativa di Neurofisiopatologia: questo tipo di monitoraggio si rende necessario in quelle condizioni patologiche gravi, caratterizzate da importante morbilità e mortalità, quali gli stati epilettici e tutti i disturbi prolungati della coscienza. Tali condizioni necessitano di una diagnosi pronta e accurata, al fine di instaurare una terapia nel più breve tempo possibile. In questi casi l’apporto della registrazione EEG al letto del paziente, in reparto di degenza o in Terapia Intensiva, è di fondamentale importanza per raggiungere tali obiettivi, con conseguente riduzione della morbilità e mortalità, dei tempi di ricovero e dei costi umani ed economici, molto elevati in tali condizioni.

  • Servizio di chemodenervazione: il servizio offre trattamento con tossina botulinica per blocco neuromuscolare nei pazienti affetti da distonie primarie del settore cranico (es. blefarospasmo e distonia cervicale) e degli arti (es. crampo dello scrivano). Tale trattamento viene eseguito mediante guida ecografica e/o elettromiografica secondo le più recenti raccomandazioni della letteratura scientifica internazionale. È possibile inoltre effettuare blocchi nervosi transitori mediante anestetico (es. lidocaina o bupivacaina) oppure di lunga durata, mediante alcolizzazione con alcol etilico. Quest'ultimo trattamento è efficace anche nel trattamento della nevralgia trigeminale tipica farmacoresistente, soprattutto quando interessa la seconda branca trigeminale. Sede: Padiglione Specialità, piano terra, lato monte.

Interessi di ricerca
L’attività di ricerca scientifica dell’UO di Neurofisiopatologia si articola in diversi ambiti di interesse:

Epilessia: in questo ambito gli interessi scientifici si articolano a partire dalla complessa problematica della farmacoresistenza, e si avvalgono di consolidate collaborazioni con gruppi di alto profilo clinico-scientifico, nazionali ed internazionali, e della partecipazione a commissioni e gruppi di studio delle principali società scientifiche di riferimento.
Lo studio neurofisiologico prechirurgico, attraverso l’analisi della semeiologia critica e dell’attività elettroencefalografica, costituisce, con l’integrazione delle nuove tecniche di neuroimaging, la base per la comprensione dei network epilettici nelle diverse patologie cerebrali, quali, ad esempio, le malformazioni dello sviluppo corticale.
Altro settore in rapida espansione e di grande interesse clinico e sperimentale, sul quale si sta focalizzando l’interesse di ricerca dell’Unità Operativa di Neurofisiopatologia, è quello delle epilessie autoimmuni e infiammatorie e degli stati epilettici refrattari di nuovo esordio (NORSE). In tale ambito l’apporto neurofisiologico è fondamentale per l’identificazione di nuove sindromi e per lo sviluppo di protocolli diagnostici e terapeutici con farmaci immunomodulanti tuttora in fase di sviluppo a livello nazionale e internazionale.
Nell’ambito delle epilessie farmacoresistenti lo studio di nuovi trattamenti farmacologici, attraverso la partecipazione a trial registrativi e a studi di pratica clinica, costituisce un altro settore nel quale il gruppo epilettologico del Policlinico San Martino investe le proprie competenze clinico-scientifiche. 

Disturbi del Sonno: nell’ambito dei disturbi del sonno le tematiche di ricerca si svolgono attualmente sui seguenti argomenti:

  • Disturbo comportamentale nel sonno REM
  • Compliance dei pazienti OSAS al trattamento ventilatorio con CPAP
  • Incidenza del reflusso gastro-esofageo nei disturbi del sonno
  • Epilessie in sonno

Tecniche avanzate di valutazione neurofisiologica del sistema nervoso centrale e periferico: sviluppo e validazione di protocolli per lo studio delle vie nocicettive mediante stimolo elettrico cutaneo selettivo e per la valutazione delle alterazioni del tono muscolare con particolare riferimento alla distonia e alla paratonia.

Ambulatori
Segreteria
Contatti: tel. 010/555 7130 - 7132
Sede: Padiglione Specialità, piano terra
Coordinatore U.O.: Crosetti Simona       simona.crosetti@hsanmartino.it
Contatti: tel. 010/555 4345, 366-5777781
Sede: Padiglione Specialità, secondo piano
 
Modalità di accesso alle prestazioni ambulatoriali (visite per epilessia e disturbi del sonno) e strumentali (EEG, EMG, Potenziali evocati, polisonnografia cardiorespiratoria) della U.O. Neurofisiopatologia, del Centro Regionale per l’Epilessia e del Centro di Fisiopatologia del sonno:
  1. Accesso tramite prenotazione CUP regionale per le seguenti prestazioni:

    - Prima visita epilessia presso il Centro Regionale per l’Epilessia, EEG standard per epilessia. N.B. Per la prenotazione è necessaria l’impegnativa regionale redatta da un medico specialista o dal medico curante.

  2. Accesso tramite prenotazione telefonica o in presenza ai front-office dell’Unità Operativa, siti al piano terra del Padiglione Specialità:

    - Centro Regionale per l’Epilessia: visite di controllo per epilessia, EEG standard, EEG con monitoraggio video, polisonnogramma diurno: telefonare al numero 010/555 7130 - 7132, ore 11:30-13:30. In presenza ore 8:00-14:00. Per la prenotazione è necessaria l’impegnativa regionale redatta da un medico specialista del Policlinico San Martino.

  3. Accesso tramite prenotazione telefonica o in presenza ai front-office dell’Unità Operativa, siti al secondo piano del Padiglione Specialità:

    - Elettromiografia, velocità di conduzione nervosa e altri esami neurofisiologici (es. potenziali evocati somato-sensoriali, acustici, motori, visivi): telefonare al numero 010/555 4343, ore 13:00-14:00. Per la prenotazione è necessaria l’impegnativa regionale redatta da un medico specialista del Policlinico San Martino.

    - Centro di Fisiopatologia del Sonno per l’esecuzione di polisonnogramma cardiorespiratorio notturno (primo accesso) e taratura dispositivo C-PAP: telefonare ore 8:00-9:00 e 12:00-13:00 al numero 010/555 7135. Per primo accesso deve essere disponibile una impegnativa regionale di polisonnogramma notturno (vanno indicate sulla ricetta 3 prestazioni) redatta dal medico curante o da uno specialista. Per i controlli indicare una sola prestazione.

  4. Accesso su indicazione specialistica contattando il numero 010/555 4343 (ore 13:00-14:00):

    - Ambulatorio di chemodenervazione per trattamento con tossina botulinica o blocchi anestetici in pazienti adulti con sindromi distoniche (es. blefarospasmo, distonia cervicale, crampo dello scrivano), emispasmo facciale e nevralgia trigeminale farmaco-resistente. Solo per la prima visita è necessaria la richiesta di prima visita neurologica.

Additional Info

  • denominazione: neurofisiopatologia
  • responsabile: Villani Flavio
  • dirigenti medici: Ferrari Alessandra, Micalizzi Elisa, Pappalardo Irene, Marinelli Lucio