Prenotazioni 800-098543Centralino 0105551

vai alla pagina twittervai alla pagina facebookvai al canale youtube

              Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico

ematologia

Direttore: Angelucci Emanuele
telefono 010/555 3651
e-mail: emanuele.angelucci@hsanmartino.it

Dirigenti medici: Aquino Sara, Beltrami Germana, Bregante Stefania, Coviello Elisa, Di Grazia Carmen, Dominietto Alida, Gambella Massimiliano, Giannoni Livia, Ghiggi Chiara, Ghiso Anna, Gualandi Francesca, Ibatici Adalberto, Lamparelli Teresa, Laurino Marica, Minetto Paola, Raiola Anna Maria, Rivoli Giulia, Varaldo Riccardo.

Dirigenti sanitari: Geroldi Simona, Tedone Elisabetta.

Descrizione dell’attività dell’U.O.
L’Unità Operativa Ematologia è una struttura complessa costituita da due unità distinte: l’Ematologia Il Centro trapianti di cellule staminali emopoietiche.
La Direzione è unica mentre le attività professionali e l’ubicazione sono distinte, ma costantemente in contatto per permettere un percorso diagnostico terapeutico ottimale, appropriato e tempestivo.
L’U.O. Ematologia ha, nel suo complesso, tutte le tappe del percorso terapeutico del paziente ematologico.

L’Unità di Ematologia, già diretta dal Prof. Alberto Marmont e dal Dr. Angelo Michele Carella, si trova al Padiglione Monoblocco, undicesimo piano e piano terra. È articolata in diversi settori: degenza ordinaria, ambulatorio, day hospital e laboratorio ematologico. La maggior parte dell’attività assistenziale e scientifica è rivolta all’ematologia neoplastica (sindromi mielodisplastiche, sindromi mieloproliferative croniche, leucemie acute e croniche, linfomi, mieloma multiplo) e all’ematologia non oncologica (anemie, leucopenie/leucocitosi, trombocitopenie/patie, trombocitosi, coagulopatie). Svolge, inoltre, frequenti consulenze presso altre Unità Operative dell’Istituto.

L’Unità di Ematologia è attivamente impegnata in vari protocolli di ricerca clinica nazionali ed internazionali per la cura delle malattie neoplastiche del sangue. E’ integrata nella progettazione e nell’attività di diversi gruppi cooperatori nazionali ed internazionali quali il Gruppo Italiano Malattie Ematologiche dell’Adulto (GIMEMA), la Fondazione Italiana Linfomi (FIL), la European School of Hematology (ESH) e la European Leukemia Net (ELN)  per citare solo i più importanti. All’interno di questi gruppi partecipa e in alcuni casi coordina protocolli sperimentali multicentrici.
Inoltre ha in atto collaborazioni con i più importanti centri di ricerca con i quali porta avanti in questo momento numerosi protocolli attivi per lo studio di fase I e/o fasi più avanzate di studio di nuove molecole nelle malattie neoplastiche del sangue.

E’ dotata di “clinical trial office” autonomo e ha al momento attivi oltre 50 protocolli sperimentali che coprono sostanzialmente tutte le situazioni cliniche ematologiche. Esegue la mobilizzazione di cellule staminali emopoietiche per pazienti che dovranno poi effettuare la procedura di trapianto autologo.
Sotto l’egida del Gruppo Italiano Malattie Ematologiche dell’Adulto (GIMEMA), è stato messo a punto il protocollo ICE (Idarubicina, ARA-C ed Etoposide) per le leucemie acute mieloidi, attualmente uno dei protocolli più usati a livello internazionale. Inoltre è attualmente in corso il coordinamento del Protocollo Internazionale (“post approval FDA requirement”) TELESTO (http//:www.clinicaltrial.com NCT00940602).

Il Centro Trapianti di cellule staminali emopoietiche è ubicato al Padiglione 6 (day hospital e ambulatorio al piano terra, ricovero ordinario e 18 camere sterili al primo piano). Il Centro di Genova ha eseguito il primo trapianto di cellule staminali emopoietiche in Italia il 26 aprile 1976. Da allora, sotto la Direzione del Prof. Alberto Marmont prima e del dr. Andrea Bacigalupo dopo, sono stati eseguiti oltre 3.000 trapianti allogenici.

Ne consegue che la struttura è quella che in Italia ha la più ampia esperienza in assoluto nel trapianto allogenico. 

Il Centro trapianti esegue tutte le tipologie di trapianto oggi validate (autologo, doppio autologo, trapianto allogenico da fratello HLA identico, da familiare non identico, da donatore non correlato  e  da cellule cordonali). Vengono eseguiti trapianti a piena intensità e a intensità ridotta secondo le indicazioni.

Presso il Centro trapianti è stata messa a punto la tecnica di infusine “intra bone” e la tecnica di trapianto aploidentico. È centro di assistenza di terzo livello per il trapianto di cellule staminali e di quarto livello per il trapianto aploidentico (da donatore familiare compatibile al 50%). Tra i programmi sperimentali in atto si segnala quello del trapianto di cellule staminali emopoietiche autologhe nella sclerosi multipla (SM) e nella sclerosi laterale amiotrofica (SLA) in collaborazione con la Clinica neurologica dell'Istituto.

Il Centro trapianti ha ottenuto l’accreditamento all’eccellenza JACIE nel 2012, attualmente in fase di rinnovo.

Principali attività:

  • Trapianti di cellule staminali emopoietiche in pazienti affetti da patologie ematologiche e da malattie autoimmuni
  • Trapianti di cellule staminali emopoietiche in malattie congenite
  • Trapianti di prodotti di terapia cellulare (PTC)
  • Prevenzione e terapia delle complicazioni post trapianto e delle ricadute post trapianto, con chemioterapia e terapia cellulare (infusione di linfociti del donatore DLI ).

Il Trapianto di cellule staminali emopoietiche si distingue in:

  • Trapianto autologo di cellule staminali ematopoietiche in patologie ematologiche e nelle malattie autoimmuni (sclerosi multipla, SLA, LES, artrite reumatoide)
  • Trapianto allogenico di cellule staminali ematopoietiche in patologie ematologiche da donatore consanguineo HLA compatibile e non compatibile (aploidentico e mismatched)
  • Trapianto allogenico di cellule staminali ematopoietiche in patologie ematologiche da donatore non consanguineo e da cordone ombelicale
  • Trapianto di cellule staminali ematopoietiche selezionate (CD34+/AC133+).

L’attività clinica è rivolta alla:

  • Valutazione dei pazienti che afferiscono alla U.O. per effettuare trapianto di cellule staminali con  relativo colloquio pre-trapianto
  • Selezione del donatore famigliare e valutazione della sua idoneità fisica alla donazione di midollo o di cellule staminali periferiche
  • In assenza di donatore familiare, attivazione della ricerca nell’ambito del registro donatori di Midollo osseo (IBMDR) e nelle banche di sangue cordonale
  • Organizzazione degli esami del paziente e del donatore
  • Inserimento nella lista operativa
  • Stesura della terapia di preparazione al trapianto (terapia di condizionamento) e prevenzione e terapia delle complicazioni post trapianto in degenza e in Day Hospital. 

Alla dimissione il paziente viene controllato fino al gg +100 dal trapianto in regime di day hospital o di ambulatorio, a seconda che venga somministrata o meno terapia infusionale.
I pazienti eseguono follow up annuali per numerosi anni dopo il trapianto.
L’attività clinica è strettamente correlata con quella del laboratorio di Ematologia per la diagnostica delle malattie ematologiche e delle infezioni virali correlate al trapianto. Tale laboratorio costituisce un'unità funzionale indispensabile per il funzionamento della procedura trapiantologica.

Il Centro trapianti è membro attivo ed è integrato nelle attività del Gruppo Italiano Trapianto di Midollo (GITMO) e dell’European Group for Blood and Marrow Transplantation (EBMT). All’interno di questi gruppi partecipa e in alcuni casi coordina protocolli sperimentali multicentrici.

È dotato di “clinical trial office” autonomo e ospita al suo interno (convezione formalmente approvata) la segreteria GITMO. 

Interessi di ricerca:
La ricerca dell’Unità di Ematologia si sviluppa attraverso protocolli prospettici o studi retrospettivi in tutti gli aspetti della ematologia neoplastica o benigna:

  • Delle leucemie acute, delle mielodisplasie e delle sindromi mieloproliferative croniche con protocolli nazionali ed internazionali contemplanti farmaci innovativi
  • Dei linfomi di Hodgkin e non Hodgkin con l’utilizzo di protocolli nazionali ed internazionali, con attiva partecipazione al gruppo nazionale FIL
  • Del mieloma multiplo con attiva partecipazione al Gruppo Nazionale Mieloma del GIMEMA
  • Partecipazione a protocolli nazionali ed internazionali per la terapia della leucemia mieloide cronica; in particolare valutazione di nuovi inibitori della tirosino kinasi
  • Diagnostica delle malattie autoimmuni e terapie innovative.

Recentemente tre lavori di notevole importanza scientifica nella leucemia acuta promielocitica, nel mieloma multiplo e nel linfoma di Hodgkin sono stati pubblicati sul New England Journal of Medicine ed hanno visto l’Unità Ematologia come uno dei  centri che ha maggiormente contribuito alle pubblicazioni.

La ricerca del Centro Trapianti di cellule staminali emopoietiche si sviluppa attraverso protocolli prospettici o studi retrospettivi nel trapianto di cellule staminali emopoietiche (CSE) sia autologhe che allogeniche, nelle seguenti aree:

  • Donatori alternativi, per trapianto CSE allogeniche.  Dopo aver esplorato negli anni passati i donatori non consanguinei e unità di cordone ombelicale, l’attività è stata concentrata su donatori familiari aploidentici con un protocollo innovativo, che ha già dato risultati molto incoraggianti nei primi 300 pazienti
  • Prevenzione della recidiva leucemica nelle leucemie mieloidi acute. Il Centro si è dedicato alla valutazione della malattia minima residua in pazienti con leucemia acuta mieloide: sono stati identificati i livelli di WT1 predittivi di recidiva ed applicato, con successo, immunoterapia con infusione dei  linfociti del donatore (DLI) . Per questo lavoro è stato riconosciuto alla Dr.ssa Carmen Di Grazia il “ George Santos Award” come miglior lavoro di ricerca clinica pubblicato nel 2016 sulla rivista (Biology of Blood and Marrow Transplantation” organo ufficiale della “American Society for Blood and Marrow Transplantation”
  • Terapia della malattia trapianto verso ospite (GvHD) acuta. Sono stati conclusi 3 studi prospettici fase I-II con un monoclonale anti-CD26 sviluppato in reparto, e prodotti clinical grade. I risultati sono molto favorevoli (in via di pubblicazione) ed è già partito uno studio prospettico randomizzato
  • Diagnosi e terapia delle infezioni nel trapianto: in stretta e costante collaborazione con l'U.O. Malattie infettive, diretta dal Prof. Claudio Viscoli, sono stati sviluppati programmi di prevenzione, diagnosi e terapia di infezioni batteriche, fungine e virali
  • Trapianto di CSE autologhe nella sclerosi multipla e nella sclerosi laterale amiotrofica (SLA) in stretta collaborazione con l'U.O. Clinica Neurologica, diretta dal Prof. Giovanni Luigi Mancardi.

Ematologia - Ambulatori
Coordinatore infermieristico: Canale Barbara       barbara.canale@hsanmartino.it
Sede: Padiglione Monoblocco, piano 0, lato ponente
Contatti: tel. 010/555 2585

Ematologia - Day Hospital
Coordinatore infermieristico: Canale Barbara       barbara.canale@hsanmartino.it
Sede: Padiglione Isolamento, piano terra
Contatti: tel. 010/555 4317

Ematologia - Degenza
Coordinatore infermieristico: Cuboni Andrea  andrea.cuboni@hsanmartino.it
Diurnista: Carbone Renza  renza.carbone@hsanmartino.it
Sede: Padiglione Patologie Complesse, piano zero
Contatti: tel. 010/555 4325

Centro Trapianti - Day Hospital
Coordinatore infermieristico: Faedda Angela       angela.faedda@hsanmartino.it
Sede: Padiglione 6, piano terra
Contatti: tel. 010/555 3670 
tel. 010/555 3657-5237                                   Infermieri
tel. 010/555 3529-3407-3408-3642-3439       Studio Medici    

Centro Trapianti - Degenza Camere sterili
Coordinatore infermieristico: Falaschi Gabriella   gabriella.falaschi@hsanmartino.it
Sede: Padiglione 6, primo piano
Contatti: tel. 010/555 5660   
tel. 010/555 5662-5663   Studio Medici         
tel. 010/555 2509-2510   InfermierI

Modalità di accesso all’attività ambulatoriale:
Prenotazione diretta per pazienti in follow up o per contatto tra il medico inviante e il medico di reparto.
Prenotazione tramite CUP o prenotazione diretta.

Orari di prenotazione:
Le prenotazioni delle visite vengono effettuate negli orari CUP o durante la visita precedente per le visite di follow up. Per visite urgenti necessario contatto tra il medico inviante e il medico di reparto.

Orari di accesso alle prestazioni:
Le prestazioni ambulatoriali vengono effettuate dalle ore 7.30 alle ore 14.00

Centro Trapianti  - Ambulatorio
Coordinatore infermieristico: Faedda Angela        angela.faedda@hsanmartino.it
Sede: Padiglione 6, piano terra
Contatti: tel. 010/555 2875-3649

Modalità di accesso all’attività ambulatoriale:
Le prenotazioni ambulatoriali non vengono effettuate attraverso CUP per la particolare tipologia dei pazienti seguiti nel Centro Trapianti.
Le prenotazione per le visite ambulatoriali avvengono attraverso richiesta telefonica ai medici dell'U.O. che valuteranno l’urgenza della prestazione, la tipologia e gli esami da eseguire e vengono inseriti in apposita agenda.
I pazienti già seguiti presso l'Unità Operativa si rivolgeranno al loro medico di riferimento per prenotare le visite.

Orari di prenotazione:
Le prenotazioni delle visite vengono effettuate al pomeriggio dalle ore 14.00 alle ore 18.00 attraverso la segretaria, che consulterà il medico sull'urgenza delle prestazioni stesse.

Orari di accesso alle prestazioni:
Le prestazioni ambulatoriali vengono effettuate dalle ore 7.30 alle ore 14.00.

 

Additional Info

  • denominazione: ematologia
  • responsabile: Angelucci Emanuele
  • dirigenti medici: Aquino Sara, Beltrami Germana, Bregante Stefania, Coviello Elisa, Di Grazia Carmen, Dominietto Alida, Gambella Massimiliano, Giannoni Livia, Ghiggi Chiara, Ghiso Anna, Gualandi Francesca, Ibatici Adalberto, Lamparelli Teresa, Laurino Marica, Minetto Paola, Raiola Anna Maria, Rivoli Giulia, Varaldo Riccardo

Usiamo i cookie per migliorare il sito e l'esperienza utente e il loro uso è essenziale per il corretto funzionamento dello stesso. Per saperne di piu' sui cookie, come cancellarli e come vengono utilizzati, andate nella nostra privacy policy.

  Accetto i cookie da questo sito.
Modulo informativo EU Cookie Directive